Tossa de Mar

Tossa de Mar è formato da una valle, isolata dai municipi vicini dalle cime del massiccio di Cadiretes-l’Ardenya in cui è completamente integrata. Si comunica con Sant Feliu de Guíxols e la stessa strada è collegata al sud con Lloret de Mar.

Città vicine

Barcellona

Barcellona

Barcellona è il capoluogo della Catalogna e la seconda città più grande della Spagna. È una città cosmopolita e moderna, come tutte le grandi metropoli che si aprono sul mare - in questo caso, sul Mediterraneo. Barcellona è diventata celebre grazie alle Olimpiadi del 1992 che l’hanno radicalmente trasformata e modernizzata.
È inoltre conosciuta per le opere dell’architetto di fama mondiale Antoni Gaudí, la cui opera maestra, la Sagrada Família, venne iniziata nell’anno 1882 e non è ancora terminata. Gaudí è il massimo esponente dell’architettura modernista catalana, autore di numerose altre opere rinomate e visitate quali il Parco Güell, la Casa Batlló e la Casa Milà, conosciuta popolarmente come La Pedrera.
Altri siti di interesse turistico di Barcellona sono Le Ramblas e Plaza Catalunya, Portal de l'Àngel, il Porto Olimpico e il Maremagnum, il Tibidabo e la Torre di Collserola, lo stadio e il museo del Futbol Club Barcelona, la Barceloneta, il Barri Gòtic (“quartiere gotico”) e la cattedrale. Come si può vedere, a Barcellona ce n’è per tutti i gusti!






Girona

Girona

Girona ha tutto il fascino delle grandi città, ma senza l’affollamento che è solito caratterizzarle: una città fatta a misura d’uomo, è una città che sorprende sempre piacevolmente. Le dimensioni ridotte, ed un passato storico segnato dal dominio di un gran numero di culture, hanno conferito a Girona un fascino speciale, che poche altre città al mondo possono vantare. Girona venne fondata da iberici della tribù degli Indigeti, ma poco più tardi venne conquistata dai Romani, per i quali rivestiva un grande interesse militare, e prese il nome di Gerunda. Passò poi nelle mani di Visigoti e Musulmani, fino a quando il grande imperatore Carlo Magno la conquistò fondando la Marca di Spagna a difesa dall’Islam. È da qui che nacque l’odierna Catalogna. Girona è ricca di punti di interesse turistico, tra i quali raccomandiamo la Cattedrale, che possiede la navata gotica più grande al mondo, il Call Jueu (quartiere ebraico), antico nucleo della città e le cui vie sono rimaste immutate nel corso degli ultimi secoli, i bagni arabi e le case dell’Onyar, caratteristiche del quartiere antico e affacciate sul fiume Onyar che attraversa la città. In tutte le case, la facciata che dà sul fiume è stata dipinta in base a una gamma cromatica ideata da Enric Ansesa. È possibile raggiungere Girona in autobus o in treno dalle nuove RG1 linea. Orari e mappa qui sotto.









Figueres

Figueres

Figueres è una cittadina nota in tutto il mondo grazie al celeberrimo Teatro-Museo Dalí, dedicato esclusivamente al pittore surrealista Salvador Dalí. Figueres è l’ultima grande città prima del confine francese, e proprio questa caratteristica l’ha resa un punto strategico e snodo fondamentale, trasformandola nella porta d’ingresso e tappa obbligata per viaggiatori e turisti in entrata e uscita dallo stato spagnolo. Situata al centro di un’ampia pianura fluviale, Figueres è il capoluogo della comarca dell’Alto Empordà nonché il suo centro economico e socioculturale. Inoltre, la vocazione turistica della comarca rende Figueres il centro nevralgico della Costa Brava, una delle zone turistiche più importanti della Catalogna. Tra i suoi figli illustri spiccano Salvador Dalí, Narcís Monturiol (inventore del sottomarino) e Toni Soler, un noto drammaturgo catalano reso famoso dal programma televisivo Polònia di cui è conduttore.






Olot

Olot

Olot è una città famosa principalmente per la natura circostante e per formar parte del Parco Naturale della Zona Vulcanica della Garrotxa. Nel comune di Olot si trovano quattro vulcani, il Montolivet, il Montsacopa, il Garrinada e il Bisaroques. Anche le contrade che circondano Olot conservano un ricco patrimonio naturale costituito da numerose sorgenti, dalle paludi della Deu e della Moixina (un bosco paludoso), dal faggeto conosciuto come la Fageda d'en Jordà (la cui posizione in un luogo pianeggiante lo rende una vera e propria rarità nella Catalogna e nelle zone dal clima mediterraneo), dai vulcani di Santa Margarita (dove, al centro di un grande cratere, troviamo una cappella) e dal vulcano del Croscat, caratterizzato da un taglio particolare, conseguenza dell’estrazione di argilla effettuata al suo interno, che permette di osservare la stratificazione argillosa interna.
Ha aderito alla Rete Europea del Paesaggio.
Besalú

Besalú

Besalú è uno dei complessi medievali più importanti e meglio conservati della Catalogna. In tempi lontani, la sua posizione geografica favorì l’insediamento umano e rese il paese un luogo d’incontro di numerose culture che hanno contribuito ad arricchire il patrimonio monumentale della cittadina.
Passeggiando per le strade e per le piazze di Besalú, che ancora oggi conservano un forte sapore medievale, è possibile scoprire i diversi elementi patrimoniali che la rendono così singolare. Muoversi per le sue strade è come fare un viaggio indietro nel tempo di mille anni.
Dopo la morte di Goffredo il Villoso nel 897, l’importanza di Besalú crebbe fino a diventare capitale di una contea indipendente, privilegio che però perse dopo la morte senza eredi di Bernardo III, genero di Raimondo Berengario III; di conseguenza, la contea di Besalú passò alla casa di Barcellona. Nel 1966 fu dichiarata “Complesso storico-artistico nazionale” grazie al suo gran valore architettonico.